Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Londra (16)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)

   
Home Page  >> 
 
 

Critica Sociale - Newsletter
Condividi su Facebook Condividi su Twitter CriticaTV
Archivio Storico: la collezione di Turati 1891-1926 (per Abbonati)
Archivio Newsletter: leggi tutte le newsletter
Matteotti "rivive" all'Umanitaria
Liliana Segre, Claudio Martelli, gli studenti del Virgilio mettono in scena l'ultimo discorso
GIACOMO MATTEOTTI: "OGNUNO DI VOI NE E' TESTIMONE"
Spettacolo e testi teatralizzati per il 95░ anniversario della morte


 

In occasione del novantacinquesimo anniversario dell'assassinio di Giacomo Matteotti, nella suggestiva cornice dei chiostri della Società Umanitaria di Milano, il deputato socialista rivivrà attraverso le parole del suo ultimo discorso pronunciato alla Camera dei Deputati il 3 Maggio 1924 in cui denunciò i brogli elettorali e le violenze che portarono il Partito Fascista a vincere le elezioni.

Liliana Segre, insieme a Claudio Martelli e ai ragazzi della 5C del Virgilio e ad alcuni attori professionisti, rimetteranno in scena l’ultimo discorso di Matteotti nel 95esimo anniversario del suo assassinio.

"Intollerabile per Mussolini, l’ultimo discorso di Matteotti rese evidente, documentato, di accecante veridicità il modo violento, criminale e gangsteristico con cui i fascisti avevano intimidito gli elettori e falsato i risultati. Matteotti era un leader politico riconosciuto e stimato, segretario del partito socialista unitario, ma quella volta in parlamento parlò come un testimone. Senza giri di parole, senza retorica, senza ideologismi disse semplicemente la verità, tutta la verità nient’altro che la verità. Perciò i sicari di Mussolini e del ministro degli interni lo rapirono, lo bastonarono, lo pugnalarono. Perciò il modo migliore di onorare la memoria di Giacomo Matteotti è di farci anche noi, oggi, testimoni del nostro tempo ", scrive Claudio Martelli.

L’iniziativa, promossa da Critica Sociale con il Centro Internazionale di Brera, e da Macrò Maudit Teater, si svolge con il Patrocinio del Comune di Milano e di “Milano è Memoria”, in collaborazione con l’Istituto Nazionale “Ferruccio Parri”, l’ISEC (Istituto per la Storia dell’Età Contemporanea), il Circolo Carlo Rosselli di Milano e l’ANPI.

Dopo quel discorso, e a causa di quel discorso, Matteotti venne rapito e ucciso dai fascisti, che ne rivendicarono il gesto tramite le parole del loro capo.

L'intervento dell'Onorevole Matteotti sarà rappresentato nel suo testo integrale e originale, come è da trascrizione della seduta parlamentare, e verrà teatralizzato e messo in scena con un'accurata scenografia di light design, studiata e realizzata appositamente per quello spazio. 
L'Onorevole sarà interpretato da alcuni lettori, rappresentanti a vario titolo delle Istituzioni della Repubblica che proprio dal consapevole sacrificio di Matteotti iniziò a nascere.

Come successe alla Camera Dei Deputati in quel 23 Maggio di 95 anni fa, anche i “nostri” Matteotti si troveranno al centro di una bagarre parlamentare, interrotti e sostenuti da due gruppi di attori che interpreteranno la maggioranza fascista da un lato, e l'opposizione di sinistra dall'altro.
Ritroveremo dunque, oltre a Giacomo Matteotti, altri protagonisti di quella seduta parlamentare: da Filippo Turati a Roberto Farinacci.

Oltre alla trascrizione della seduta parlamentare verranno utilizzati altri elementi audio/video di archivio, che rappresentano punti nodali della storia della nostra Repubblica.

 

GIACOMO MATTEOTTI: "OGNUNO DI VOI NE E' TESTIMONE"

 

Milano - 10 giugno alle ore 21.00

Società Umanitaria (Cortile dei Pesci) - via Daverio 7

 

Scenografie di Dario Leone e Massimo Guerci

Regia di Dario Leone
Musiche di Giulia Bertasi e Alessio Lega

 

 

 

 

                               



Il reprint del numero commemorativo pubblicato in occasione della concessione dell'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica alla Critica Sociale, quale testata storica nel 150 anniversario dell'UnitÓ d'Italia
GLI ARTICOLI DI MATTEOTTI
SCRITTI PER LA CRITICA SOCIALE


Il reprint che è possibile scaricare in Pdf (cliccando sul titolo) è quello del 10 giungo 2017. Esso contiente gli articoli scritti da Matteotti per Critica Sociale.
Non si tratta quindi di una nostra scelta antologica ma di una raccolta degli articoli che Matteotti consegnò a Turati nel corso di alcuni anni per la loro pubblicazione sulla rivista.

La prima raccolta degli articoli, che rirpoponiamo in occasione della manifestazione di quest'anno "Ognuno di voi ne è testimone", venne pubblicata nel 2011 alla vigilia dell' Udienza al Quirinale per la concessione dell’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica  alla Critica, quale testata storica nel 150 anniversario dell'Unità d'Italia.

Ormai terminati i lavori di ristrutturazione degli spazi che sono destinati alla organizzazione della Biblioteca storica di Critica Sociale e dell'Avanti, nel Centro Internazionale di Brera a Milano, il fondo Matteotti - Magno sarà presto disponibile ed inserito del patromonio librario e archivistico, assieme agli altri volumi e alle collezioni della Rivista socialista e del quotidiano Avanti! sia in edizione cartacea che digitale.

Galliano Magno, fu l’avvocato di parte civile della moglie Velia, la vedova di Matteotti, nel processo di Chieti del 1926. La sua Biblioteca privata è oggi nella disponibilità del Centro Brera in accordo con gli eredi: il figlio e la nuora, Marina Campana Magno, che ha recentemente organizzato una mostra alla Biblioteca della Camera e che sta preparando una seconda manifestazione alla Biblioteca del Senato in progamma per la fine di settembre.

Galliano Magno fu non solo avvocato di parte civile, ma prima di tutto amico personale e  segretario della Sezione del PSI di Chieti indicato direttamente da Matteotti.
Nella sua biblioteca sono conservati volumi e carte del deputato socialista.



www.criticasociale.net - iscriviti online agli aggiornamenti
CRITICA SOCIALE
Rivista fondata nel 1891 da Filippo Turati
Alto Patronato della Presidenza della Repubblica

Direttore responsabile: Stefano Carluccio

Reg. Tribunale di Milano n. 646 del 8 ottobre 1948
edizione online al n. 537 del 15 ottobre 1994

Editore
Biblioteca di Critica Sociale e Avanti!
Centro Internazionale di Brera
via Marco Formentini 20121 - Milano