Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
 
 




Fabian New Year Conference 2008

I temi, le idee, le proposte per l’agenda internazionale


Questi, e molti altri, gli interrogativi che la Fabian Society porrà a politici e studiosi, opinion makers e militanti, nella New Year Conference, l’appuntamento promosso come da tradizione dal think tank laburista, che si svolgerà a Londra il prossimo 19 gennaio.

Ora, non è certo un mistero quale sinergia intellettuale abbia legato, negli ultimi due anni la Fabian e l’allora “premier-in-waiting”, Gordon Brown. Le due ultime edizioni della Conference si ricordano infatti proprio per la presenza di quello che allora era il Cancelliere, nonché rivale alla learship di Tony Blair.

Sebbene non ancora ufficializzato, il nome di questo “portavoce” dovrebbe corrispondere a quello di Ed Balls, braccio destro di Brown sin dagli anni al Ministero dell’Economia, oggi impegnato nella delicata responsabilità di continuare le riforme avviate oltre dieci anni fa, dal primo governo Blair, nel sistema di istruzione nazionale.

Il tema della politica internazionale, ovvero le priorità nell’agenda della democrazia progressista, verrà così declinato nel corso della Conference 2008, rispetto alle implicazioni globali legate al cambio di leadership in Usa come in Russia, alle prospettive del multipolarismo, agli scenari europei e mediorientali ed alla definizione di una piattaforma ideale che guidi la sinistra democratica e liberale nel governo del mondo di oggi.

La Critica, unico partner italiano presente a Londra,  affiderà il proprio contributo alla conferenza ad uno dei suoi più insigni contributor: il prof Spencer Di Scala, storico, docente della Massachussets University. Il prof Di Scala, che per i tipi della Critica Sociale ha appena pubblicato il volume “Filippo Turati. Le origini della Democrazia in Italia”, con prefazione di Giuliano Amato, interverrà nella sessione presieduta dal parlamentare David Lammy, dedicata all’impegno americano nel “dopo Bush”. Il dibattito, animato dal direttore della Society, Sunder Katwala, vedrà un parterre di altissimo profilo composto, tra gli altri, dall’ex ambasciatore britannico negli Usa, Sir Christopher Meyer.

Un’altra tra le sessioni mattutine sarà invece dedicata alla sfida definita “Hearts and Minds”, ovvero alla via democratica nella lotta a terrorismo. Interverranno al dibattito, Shami Chakrabati dell’organizzazione pacifista Liberty, Sir David Omand, ex responsabile della Sicurezza e dell’Intelligence del Cabinet Office, e il parlamentare Sadiq Khan MP.

Le prospettive dell’europeismo in Gran Bretagna saranno quindi discusse in una sessione, che si immagina “spigolosa”, animata dai parlamentari James Purnell e Quentin Davies, insieme alla coloumnist del Guardian, Polly Toynbee ed alla Commissaria europea alle relazioni istituzionali, Margot Wallström.

Tra i dibattiti che si preannunciano politicamente più interessanti, quello sulle prospettive della pace tra l’Autorità palestinese e lo Stato di Israele. Al tema, i laburisti inglesi riservano massima attenzione, in virtù, si direbbe, del coinvolgimento diretto dell’ex leader del partito, Tony Blair, oggi “inviato speciale” per conto del “quartetto” internazionale composto da Usa, Russia, Onu e Ue.

Ancora un tema spinoso, quello dell’Iran, sarà al centro di un dibattito cui interverrà – con altri esimi studiosi – il professor Timothy Garton Ash, lo storico del St Anthony's College di Oxford noto al pubblico italiano per i frequenti contributi sulla stampa nazionale. 

Come rispondere alla chiamata di aiuto di chi, nel mondo, si batte ancora non solo contro la fame, ma anche per la libertà e la democrazia? Quale responsabilità deve assumersi la politica che, in particolare a sinistra, fa della liberazione degli oppressi, la propria missione fondamentale?

Il gran finale, in sessione plenaria, darà ai partecipanti l’occasione per ascoltare “Cinque idee per cambiare il mondo”. Presieduta da Ed Miliband, la sessione si articolerà nella forma del colloquio tra due personalità significative per gli indirizzi della politca estera laburista: Mark Leonard, già consulente di Tony Blair sulla politica estera, e l’ex Ministro per L’Europa, Denis Macshane.

Programma completo ed ulteriori informazioni, sul sito della Fabian Society (fabians.org.uk).






Articoli correlati per tema/i:

The Terrorism Index [Center for American Progress]
Foresight [Policy Network]
Tony Blair Faith Foundation [The Office of Tony Blair]
Towards a Palestinian State [The Office of Tony Blair]
TONY BLAIR: "ACCORDO GLOBALE SUL CLIMA" [The Office of Tony Blair]
Worldwide Security Conference [East West Institute]
My five ideas for Europe's future [Centre for European Reform]
Fabian New Year Conference [Fabian Society]
Europe in a multipolar world [Centre for European Reform]
Politica, Bce, inflazione, ed euro [Centre for European Reform]
Il Dissenso continua [Fondazione Craxi]
Sarkozy e l’America progressista [Brookings Institution]
“Ammiro la democrazia americana” [Brookings Institution]
Esiste davvero un’opposizione in Russia? [Center for Security Studies (CSS)]
Il nuovo corso della politica estera francese [Center for Security Studies (CSS)]
A New Social Contract [Brookings Institution]
Reshaping the world of work and retirement [Social Market Foundation]
Russia's Apolitical Middle [Carnegie Endowment for International Peace]
European Choices for Gordon Brown [Centre for European Reform]
The EU-Russia-U.S. Triangle: Is the Center of Gravity Shifting? [Carnegie Endowment for International Peace]
La Convergenza Strategica tra Russia e Cina [Norwegian Institute of International Affairs (NUPI)]
Pakistan: Perception and Reality [Foreign Policy Centre]
Tra tradizione e innovazione: il caso Mirafiori [Centro di Formazione Politica]
“Dalla parte giusta della storia” [The German Marshall Fund]
Economia e società aperta [Economia e Società Aperta]
Altri temi: