Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Spunti di Vista
 
 


PUTIN: “MINATA LA CREDIBILITA’ DEGLI USA”

”Morta e sepolta la fiducia negli Stati Uniti in quanto leader di una libera economia mondiale”

Morta e sepolta la fiducia negli Stati Uniti in quanto leader di una libera economia mondiale: lo ha detto il Primo Ministro russo Vladimir Putin, sottolineando come "la credibilità degli Stati Uniti come il leader del mondo libero e della libera economia, la fiducia in Wall Street come il centro di tale fiducia, è stato scosso in eterno: tornare alla situazione precedente sarà impossibile".

Sono in molti a sostenerlo, ma la curiosità consiste nella circostanza in cui il premier russo ha rilasciato le sue dichiarazioni: Putin parlava infatti  ai rappresentanti del partito comunista russo (Kprf). E ha dato loro ragione: "Voi siete nel giusto: la fiducia negli Stati Uniti come il leader del mondo libero e del libero mercato, la fiducia in Wall Street" per il premier è "stata minata. E meno male! Almeno così ritengo. Non si potrà tornare alla situazione precedente", ha detto Putin, rimarcando la profonda spaccatura che la crisi finanziaria globale ha provocato.

Poi, rilanciando, Putin dice di non essere l'unico sul vecchio continente a pensarla così. "Non è solo il mio parere. Leader europei, come pure esperti, i presidenti delle banche centrali e i ministri delle finanze, lo dicono. Anche troppo! Direttamente o indirettamente," ha sottolineato Putin.



Data: 2008-10-17







ahmadinejad   bush   afghanistan   ambiente   iran   stati uniti   rubriche   onu   terrorismo   energia   politiche sociali   diritti umani   nucleare   russia   berlusconi   siria   occidente   sarkozy   labour   mccain   usa   medvedev   clinton   critica sociale   europa   cultura politica   nato   iraq   geopolitica   storia   blair   cina   obama   francia   ue   medio oriente   sicurezza   america   democrazia   italia   israele   hamas   crisi   brown   gran bretagna   india   economia   putin