Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Rassegna Stampa
 
 



The New York Times
Iran Reports Missile Test, Drawing Rebuke

Alan Cowell e William J. Broad


I recentissimi test missilistici iraniani rendono più acuta la crisi internazionale che vede da mesi protagonista il governo di Teheran ed il suo programma nucleare. Almeno uno dei nove missili lanciati possiede la gittata per raggiungere il territorio israeliano. Gli armamenti a medio-lunga gittata testati, tra cui gli Shebab 3, possono arrivare ad oltre 1200 miglia di distanza dal punto di lancio, mentre soltanto 650 miglia separano il territorio iraniano da Tel Aviv. Le manovre militari iraniane appaiono quantomeno inquietanti, poiché solo alcuni giorni fa Teheran si era dichiarata pronta a rispondere con durezza ad un eventuale attacco israeliano od americano contro le proprie installazioni nucleari. Nel frattempo, gli Stati Uniti hanno concluso un accordo con il governo della Repubblica Ceca che permetterà il parziale allestimento del tanto contestato scudo anti-missilistico in territorio europeo. Obbiettivo ribadito dal Pentagono è la difesa da un eventuale attacco iraniano.

Rice Warns Iran That U.S. Will Defend Allies

Il segretario di Stato Usa, Condoleezza Rice, parlando dall'ex repubblica sovietica della Georgia, ha ribadito che gli Stati Uniti difenderanno i propri interessi ed i propri alleati. Il riferimento esplicito è ad Israele nel caso l'Iran attaccasse lo Stato ebraico dando seguito alla retorica minacciosa della sua leadership. Lo statement della Rice ha fatto seguito alla diffusione della notizia dei test missilistici iraniani nel Golfo Persico.

 
 

Data:





occidente   gran bretagna   cina   america   ambiente   cultura politica   iraq   storia   ahmadinejad   medio oriente   italia   critica sociale   blair   diritti umani   sarkozy   russia   sicurezza   afghanistan   iran   onu   nucleare   siria   clinton   india   putin   stati uniti   crisi   israele   energia   obama   rubriche   brown   democrazia   berlusconi   hamas   ue   politiche sociali   labour   economia   europa   nato   terrorismo   medvedev   francia   mccain   bush   geopolitica   usa