Critica Sociale - Portale della Rivista storica del socialismo fondata da Filippo Turati nel 1891
Critica Sociale ha ottenuto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica

Il fascismo perpetuo

Pubblicato: 14-11-2022

La maglietta della XMas esibita in televisione è, in fondo, la goliardata di un mattacchione rispetto a quello cui stiamo assistendo da qualche mese in libreria, dove gli scaffali traboccano di pubblicazioni sul fascismo e sulla figura di Mussolini. Nel 90-95% dei casi, rimasticature di cose strarisapute che, però, testimoniano la singolarità del rapporto che gli italiani hanno con la rielaborazione della memoria. In Germania non si sognerebbero mai di dedicare tanti testi a Hitler. Questa bulimia editoriale, naturalmente dettata da logiche commerciali, di cassetta (peccato ci siano cascati anche storici di un certo livello), ha, tra i suoi effetti collaterali poco visibili, una monumentalizzazione del capo del fascismo che dovrebbe stridere con la coscienza democratica nel frattempo maturata dal Paese. Ma, appunto, quasi non ce ne accorgiamo. Finendo, inevitabilmente, col dare ragione a Gobetti quando sosteneva che il fascismo è l'autobiografia della nazione.

Condividi

Facebook Twitter WhatsApp Telegram E-mail

Ultimi articoli della rubrica...

Archivio...