Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Londra (16)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Rivista >> Archivio >> 2010 >> Numero 9
 
 


2010,
Numero 9

Milano e il suo destino?. Nella buona amministrazione

InterventoIl libro di Tognoli-Festa
di Alessandro Colucci

Devo dire che “Milano e il suo Destino” di Ludovico Festa e Carlo Tognoili è un libro eccezionale perché in poco più di 180 pagine riesce a sintetizzare i passaggi più importanti legati alle questioni essenziali e ai nodi critici della storia del capoluogo lombardo che ne hanno determinato la specifica caratteristica culturale, urbanistica e anche politico-sociale.
Gli autori lo fanno con uno stile particolare: ho letto nelle righe del libro un grande amore per la città. Questa passione politica e culturale consente loro di fare un’analisi importante, di metere a fuoco questioni fondamentali per la politica della nostra città. In particolare per quanto riguarda Carlo Tognoli perché come sindaco ha avuto la possibilità di guidarla la città. Ma, cosa ancora più importante, c’è una forte influenza della cultura milanese nell’attenzione con cui è stato curato il libro e un’ ispirazione riformista che emerge con grande forza nella descrizione di diversi eventi nella storia così lunga della città di Milano. C’è un filo continuo che unisce questa storia di secoli della città di Milano è la cultura del fare. La politica deve essere sempre molto concreta e molto attiva e nel libro emerge la...