Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >> 
 
 

Critica Sociale - Newsletter
Condividi su Facebook Condividi su Twitter CriticaTV
Archivio Storico: la collezione di Turati 1891-1926 (per Abbonati)
Archivio Newsletter: leggi tutte le newsletter
L'uomo nuovo di Pechino
foto Cina. L'ascesa di un abile e pragmatico funzionario
"IL PIU' ROSSO TRA I ROSSI"

Chi è Xi Jinping? Si va diffondendo la convinzione che questo sarà il nome del prossimo presidente cinese. Si tratta di un funzionario di lungo corso dell'apparato comunista che una fonte della diplomazia statunitense descrive come un personaggio integerrimo, ma non propriamente democratico. Lo riferisce Andreas Lorenz,corrispondente per la versione internazionale della rivista tedesca Spiegel. Lo scorso 18 ottobre, il Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese ha nominato il 57enne Xi Jinping alla vice-presidenza della potente Commissione Militare Centrale. Un passo deciso verso la successione di Hu Jintao, sia al vertice del Partito che alla presidenza del Paese. In sostanza, nel 2012 è probabile che questo capace burocrate diventi uno degli uomini più potenti al mondo, se non, in prospettiva, il più potente.


Rassegna Internazionale

Ambiente. I risultati del vertice di Cancun
UN PICCOLO PASSO AVANTI

Council on Foreign Relations, dicembre 2010,

L'accordo sul clima raggiunto in Messico è modesto, ma comunque significativo. Ha il merito infatti di sviluppare il compromesso politico incarnato da quello che Michael Levi, direttore del Program on Energy Security and Climate Change presso il Council on Foreign Relations, definisce "l'irragionevolmente maligno" accordo di Copenhagen dello scorso anno. Dal punto di vista tecnico, sono stati arricchiti molti dei dettagli appena abbozzati nella capitale danese. Dal punto di vista politico, i principali attori coinvolti hanno messo nero su bianco degli impegni più solidi e definiti rispetto al fumoso testo emerso dai deludenti negoziati di dodici mesi fa.


Il segretario del Labour rilancia l'ipotesi Lib-Lab, ma senza Clegg
L'APPELLO DI MILIBAND

The Independent, dicembre 2010,

Le violente proteste di piazza suscitate dalla controversa riforma del sistema universitario britannico, che ha decretato l'aumento delle rette annuali, non rappresentano l'unico problema per il governo di David Cameron. La netta opposizione di una parte dei deputati liberaldemocratici al provvedimento ha spinto molti di essi ad astenersi o addirittura a votare contro. Il nuovo segretario laburista, Ed Miliband, consapevole della delicatezza del frangente, sta facendo appello ai molti Lib-Dem delusi dalle scelte del loro leader, il vice-premier Nick Clegg, perché si uniscano al Labour nell'ennesimo tentativo di dar vita a una convergenza tra i due partiti. La scelta post elettorale di Clegg sembra in effetti mostrare le prime criticità. Dopo sei mesi di governo in coalizione, il primo vero scontro tra Tory e Lib-Dem potrebbe lasciare strascichi dolorosi sulla compattezza dell'esecutivo guidato da David Cameron.


In Medio Oriente i colloqui diretti sono falliti. Gli Usa cambiano rotta
UNA NUOVA FASE DEL NEGOZIATO

The Christian Science Monitor, dicembre 2010,

L'inviato speciale Usa in Medio Oriente, George Mitchell, torna nella regione pochi giorni dopo la presa d'atto da parte del suo governo del fallito tentativo di imbastire colloqui diretti tra le leadership israeliana e palestinese. Quanto meno, riconoscono gli osservatori, il team di Obama mostra una certa ostinazione nella ricerca di una soluzione al conflitto. L'amministrazione Usa non è riuscita a convincere Israele a congelare per tre mesi gli insediamenti in Cisgiordania, condizione posta dai palestinesi per intavolare i negoziati diretti. Un fallimento che secondo molti dimostrerebbe la debolezza di Obama, ma anche la non eccessiva saldezza di Netanyahu, incapace di imporre la trattativa alle ali estreme della coalizione di governo che presiede.


www.criticasociale.net - iscriviti online agli aggiornamenti
CRITICA SOCIALE
Rivista fondata nel 1891 da Filippo Turati
Alto Patronato della Presidenza della Repubblica

Direttore responsabile: Stefano Carluccio

Reg. Tribunale di Milano n. 646 del 8 ottobre 1948
edizione online al n. 537 del 15 ottobre 1994

Editore
Biblioteca di Critica Sociale e Avanti!
Centro Internazionale di Brera
via Marco Formentini 20121 - Milano