Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
 
 




Fighting for Democracy in the Islamic World

A Roma, per dar voce al dissenso


Dare voce ai diisidenti. È questo allora l'obiettivo della Conferenza internazionale “Fighting for Democracy in the Islamic World”, l'iniziativa che dà seguito a “Democracy & Security”, l'evento organizzato a Praga lo scorso giugno dal Prague Security Studies Institute, dall'Adelson Institute-Shalem Center e dalla FAES Foundation for Social Research and Analysis.

La conferenza, realizzata in Italia grazie all'impegno delle fondazioni Magna Carta, Farefuturo e Craxi, dall'Associazione Appuntamento a Gerusalemme e dall'Adelson Institute-Shalem Center, ha messo a confronto le voci del dissenso – intellettuali, artisti, studiosi - con quelle dei leader europei che hanno, o hanno avuto in passato, responsabilità dirette di governo e indirizzo della politica estera della Ue.

Fittissimo il programma, autorevole il panel dei rapporteur. Tra i momenti destinati a colpire più in profondo la sensibilità dei democratici europei, quello dedicato alle drammatiche testimonianze delle personalità del mondo culturale ed accademico mediorientale perseguitate dai regimi autoritari di paesi come Palestina e Libano, Iran e Siria, ma anche Egitto e Sudan.

C'è oggi, è il messaggio echeggiato da più parti nel corso della due-giorni romana, un'emergenza “dissenso” che nulla ha di meno drammatico di quella che nei decenni del regime sovietico trovava il sostegno dell'occidente autenticamente democratico. D'altra parte, è proprio da questa drammatica considerazione che nasceva l'iniziativa promossa a Venezia lo scorso novembre, dalla Fondazione Craxi, nel trentesimo anniversario della Biennale del Dissenso che, grazie all'impegno ed alla determinazione del Partito Socilaista di Bettino Craxi, sfidava apertamente il regime sovietico imponendo per la prima volta al mondo occidentale di riconoscere la voce dei dissidenti perseguitati da Mosca.

Ricco ed autorevole, il parterre della Conferenza romana ha visto, tra gli altri, la partecipazione di uno dei massimi ed autorevoli studiosi di Islam, il professor Bernard Lewis, e quella dell'ex premier spagnolo, Josè Marìa Aznar, protagonista, insieme all'Irlandese David Trimble, di un confronto con Fabrizio Cicchitto,Ulteriori informazioni, approfondimenti e dettagli sull'iniziativa, sul sito ufficiale della Conferenza.






Articoli correlati per tema/i:

The Terrorism Index [Center for American Progress]
Foresight [Policy Network]
Tony Blair Faith Foundation [The Office of Tony Blair]
Towards a Palestinian State [The Office of Tony Blair]
Fabian New Year Conference [Fabian Society]
Europe in a multipolar world [Centre for European Reform]
Il Dissenso continua [Fondazione Craxi]
Sarkozy e l’America progressista [Brookings Institution]
“Ammiro la democrazia americana” [Brookings Institution]
Esiste davvero un’opposizione in Russia? [Center for Security Studies (CSS)]
Il nuovo corso della politica estera francese [Center for Security Studies (CSS)]
Russia's Apolitical Middle [Carnegie Endowment for International Peace]
The EU-Russia-U.S. Triangle: Is the Center of Gravity Shifting? [Carnegie Endowment for International Peace]
La Convergenza Strategica tra Russia e Cina [Norwegian Institute of International Affairs (NUPI)]
Pakistan: Perception and Reality [Foreign Policy Centre]
“Dalla parte giusta della storia” [The German Marshall Fund]
What to expect from the German Presidency [Centre for European Reform]
The Future of Russian Energy Policy [Brookings Institution]
Redefining Multilateralism [Foreign Policy Centre]
Governance - made in Africa [European Policy Centre]
Globalisation and war [Chatham House]
Brookings Global Executive Forums [Brookings Institution]
Altri temi: