Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
 
 




Promoting Opportunity and Growth through Science, Technology, and Innovation

A Hamilton Project Strategy Paper

Pubblicato a metà dicembre - a cura di Jason E. Bordoff, Policy Director; Michael Deich, Managing Director; Rebecca Kahane, Research Assistant e dal direttore dell'Hamilton Project, Peter Orszag -  sostiene come solo investendo in tecnologia avanzata, ricerca ed alta formazione, l’America potrà competere, nell’imemdiato futuro, con gli sfidanti asiatici, Cina e India.

La sfida è resa particolarmente tesa dal rapido sviluppo e dalla diffusione delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione che hanno consentito infatti una vasta integrazione tra i mercati e le reti economiche.

Perché l’America mantenga la leadership globale sul fronte tecnologico, è quindi necessario mettere in atto politiche attive che incentivino e promuovano la produzione scientifica, stimolino la ricerca, garantiscano il massimo standard qualitativo delle università e delle accademie nazionali.

  nuova innovazione, innescando un circolo virtuoso che, dalla scienza, ha immediate ricadute nell’economia nazionale.Il paper può essere consultato al sito:





Link esterno: www1.hamiltonproject.org/views/papers/200612technology.htm
Articoli correlati per tema/i:

The Terrorism Index [Center for American Progress]
Foresight [Policy Network]
TONY BLAIR: "ACCORDO GLOBALE SUL CLIMA" [The Office of Tony Blair]
Ricodando Bruno Leoni [Istituto Bruno Leoni]
Sarkozy e l’America progressista [Brookings Institution]
Il nuovo corso della politica estera francese [Center for Security Studies (CSS)]
A New Social Contract [Brookings Institution]
Reshaping the world of work and retirement [Social Market Foundation]
Di che liberalizzazioni parliamo? [Istituto Bruno Leoni]
Troppe tasse. Ma vantaggio di chi? [Istituto Bruno Leoni]
La Convergenza Strategica tra Russia e Cina [Norwegian Institute of International Affairs (NUPI)]
Tra tradizione e innovazione: il caso Mirafiori [Centro di Formazione Politica]
Economia e società aperta [Economia e Società Aperta]
Over to you, Mr Brown [Policy Network]
Ending Oil Dependence [Brookings Institution]
What to expect from the German Presidency [Centre for European Reform]
The Wealth Of The Nation [The Smith Institute]
The Future of Russian Energy Policy [Brookings Institution]
Fiscal Policy in Broad Economic Strategy [Social Market Foundation]
Altri temi: