Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Londra (16)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
 
 


ll Partito nazionale fascista in Sicilia (1921-1943)
Politica, organizzazione di massa e mito totalitario
di Antonio Baglio
Editore: Piero Lacaita
Prezzo: 15,00 €

á

L'irrompere del PNF con la sua organizzazione diffusa capillarmente su tutto il territorio, primo partito di massa in una realtÓ periferica che non aveva conosciuto fino a quel momento una presenza estesa ed omogenea delle forze politiche popolari, ha rappresentato un elemento di novitÓ nel panorama siciliano, in grado di scalfire antichi equilibri e di aggregare una larga rappresentanza del ceto medio.

Seguendo il filo degli eventi nell'arco del ventennio, con l'ausilio di una vasta documentazione archivistica, il volume ne ripercorre la vicenda storica, in un indagine sulla struttura e le riforme concrete di esercizio del potere assunte dal partito fascista nella specificitÓ del contesto isolato, accompagnato da un ampia rappresentanza delle lotte politiche che agitarono la vita delle pi¨ importanti federazioni provinciali. La particolare considerazione riservata alla ricostruzione della trama associativa (sindacato, dopolavoro, organizzazione giovanili e femminili), legate al PNF, consente di cogliere un aspetto centrale nell'intervento del partito in termini di mobilitazione delle masse e di gestione del consenso, ed assieme, di valutare i limiti della sua portata.

Il fascismo siciliano -scriveva Jannelli- avrebbe dovuto significare la creazione di una nuova, giovane classe dirigente capace di inserirsi coraggiosamente nella vita dell'isola, affrontare e smontare i vecchi sistemi e le vecchie consorterie, per distruggere quel passato che la guerra vinta aveva giÓ messo in liquidazione.