Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Londra (16)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
 
 


I GARIBALDI DOPO GARIBALDI
La tradizione famigliare e l'ereditÓ politica
di Zeffiro Ciuffoletti, Arturo Colombo, Annita Garibaldi, Jallet
Editore: Piero Lacaita
Prezzo: 15,00 €

Questo volume cerca di inserire l'ereditÓ del mito di Garibaldi nel quadro della vicenda famigliare e nelle variegate e complesse vicende politiche del garibaldismo.

Come Ŕ noto il movimento garibaldino cementato nelle vicende e nelle lotte del Risorgimento e poi nelle imprese del volontariato per Roma e Venezia non era soltanto un movimento politico, ma anche un moto ed un vincolo ideale, che si nutriva proprio delle gesta compiute dall'eroe per la liberazione dei popoli oppressi e per l'emancipazione sociale. Gli ideali di libertÓ, di emancipazione nazionale e di solidarietÓ sociale si fondevano in una miscela per molti versi prepolitica ancorchŔ pregna di valori politici e morali, che avevano una forza anche sul piano internazionale.

La prime parte del libro riguarda i destini assegnati ai membri della famiglia, a Menotti, a Riccitti, a Teresa e al di lei marito Stefano Canzio. La seconda parte affronta, invece, l'influenza del mito di Garibaldi e dei valori ideali che lo animavano nella vicende italiane ed internazionali.

Completa il volume una ricca sezione iconografica.

La singolaritÓ della famiglia Garibaldi Ŕ di essere rimasta protagonista della storia ben oltre il Risorgimento: quasi vi fosse una titolaritÓ, quasi una dinastia destinata al comando dei volontari in tempo di guerra e ad un ruolo politico in tempo di pace