Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Londra (16)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)

   
 


 

Logo cid _44
 
"To form a more perfect union"




"We the people, in order to form a more perfect union."

Two hundred and twenty one years ago, in a hall that still stands across the street, a group of men gathered and, with these simple words, launched America's improbable experiment in democracy. Farmers and scholars; statesmen and patriots who had traveled across an ocean to escape tyranny and persecution finally made real their declaration of independence at a Philadelphia convention that lasted through the spring of 1787.

The document they produced was eventually signed but ultimately unfinished. It was stained by this nation's original sin of slavery, a question that divided the colonies and brought the convention to a stalemate until the founders chose to allow the slave trade to continue for at least twenty more years, and to leave any final r...

Leggi la scheda completa >>
 
Mentre divampano le polemiche tra i Democratici, Obama parla a Filadelfia di discriminazione e riconciliazione

di Fabio Lucchini


Veleno sulla campagna Democratica. Come se non bastasse il caos aritmetico in cui Ŕ sprofondato il Partito, gli ultimi giorni di campagna elettorale sono stati ravvivati da improvvide uscite di illustri esponenti degli staff dei due rivali. La consultazione in Pennsylvania Ŕ ancora lontana, ma la tensione rimane alta nel Partito, quasi a sbugiardare qualsiasi retorica riconciliatoriaá fra i due leader, sbandierata da ultimo, e a quanto pare invano, da Bill Clinton.

A dar fuoco alle polveri della lunghissima vigilia ci ha pensato Samantha Power, docente a Harvard, vincitrice del premio Pulitzer e, soprattutto, consigliere di politica estera di Barack Obama. "Hillary Ŕ un mostro, una che non si ferma davanti a niente. Ma questo ovviamente non pubblicatelo", ma qualcuno invece l'ha pubblicato, inducendo la brillantissima co...

Leggi la scheda completa >>
 
Le memorie di Powell, ex Chief of staff di Tony Blair




Jonathan Powell Ŕ stato il capo dello staff di Tony Blair dal 1995 sino alle dimissioni dell'ex premier britannico da Downing Street. ╚ stato dunque, uno dei principali collaboratori del Primo Ministro, ed un testimone degli avvenimenti che hanno fatto la storia del decennio blairiano, dalla pace in Irlanda del Nord sino alla guerra in Irak. Ed Ŕ proprio ai negoziati di pace che hanno posto fine al sanguinoso conflitto irlandese che Powell ha dedicato il suo primo libro di memorie, Great Hatred, Little Room, appena uscito in Gran Bretagna per i tipi di The Bodley Head.

Anticipato dal Guardian che, alla vigilia dell'uscita nei bookshop di Londra, ne ha pubblicato ampi estratti (come riportato ne...

Leggi la scheda completa >>
 
Obama vince nettamente in Wyoming e rifiuta la proposta di ticket della Clinton




Rinfrancata dalla bella affermazione del 4 marzo, che le ha evitato sostanzialmente l'eliminazione dalla corsa, Hillary Clinton torna in campo con una nuova proposta e rilancia a Barack Obama l'idea del dream ticket. Se l'elettorato Democrats non saprÓ decidersi fra i due, avrÓ entrambi: Hillary presidente, Barack suo vice. A questo punto Ŕ lecito chiedersi per quale motivo il senatore dell'Illinois, avendo recuperato rispetto al novembre scorso oltre venti punti percentuali di distacco dalla pi¨ quotata avversaria, dovrebbe cedere le armi perchŔ sconfitto per la prima volta dopo una lunga serie di affermazioni consecutive nel mese di febbraio.

I Democrats devon...

Leggi la scheda completa >>
 
L'arretramento della rupture in Francia, mentre la Spagna sceglie ancora i socialisti




La sconfitta era nell'aria ed è puntualmente arrivata. Che la rupture avesse generato malumori nella società francese e nello stesso Ump, il partito presidenziale, non era certo un mistero. Alle municipali francesi, il primo test elettorale per il presidente francese Nicoals Sarkozy, l'Ump ha subito un evidente arretramento dopo il primo turno di votazioni. Il partito del presidente si è attestato intorno al 40% dei consensi, mentre i socialisti e le altre liste di sinistra hanno raccolto il 47.5% dei ...
Leggi la scheda completa >>