Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Londra (16)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
 


 

Logo cid _43
 
Politica, organizzazione di massa e mito totalitario (1921-1943)

di Antonio Baglio
Editore: Piero Lacaita
2005
Prezzo: 15,00 €

L'irrompere del PNF con la sua organizzazione diffusa capillarmente su tutto il territorio, primo partito di massa in una realtà periferica che non aveva conosciuto fino a quel momento una presenza estesa ed omogenea delle forze politiche popolari, ha rappresentato un elemento di novità nel panorama siciliano, in grado di scalfire antichi equilibri e di aggregare una larga rappresentanza del ceto medio.

Seguendo il filo degli eventi nell'arco del ventennio, con l'ausilio di una vasta documentazione archivistica, il volume ne ripercorre la vicenda storica, in un indagine sulla struttura e le riforme concrete di esercizio del potere assunte dal partito fascista nella specificità del contesto isolato, accompagnato da un amp...

Leggi la scheda completa >>
(con contenuti extra)
 

di Vincenzo Cuoco - a cura di Antonino De Francesco
Editore: Piero Lacaita
1998

Questa edizione critica del saggio storico di Vincenzo Cuoco su discosta dalle precedenti, seguendo un criterio opposto a quello fino ad oggi usato, perchè privilegia la prima stesura (pubblicata a Milano nel 1801) e colloca solo in apparato le varianti introdotte nela versionedel 1806 che ancor oggi impropriamente è ritenuta fissare la volontà dell'autore.

Il volume rientra nella collana di "Collezione degli studi meridionali" fondata da Umberto Zanotti-Bianco e ripropone in ordine rigorosamente cronologico che privilegia il momento storiografico rispetto a quello filologico, rendendo in definitiva insufficienti le letture tradizionalmente accolte.

Anzichè del conservatorismo sociale e del moderatismo politico, il "Saggio storico" restituito al suo tempo - ovvero alla Milano dell'anno IX Repub...

Leggi la scheda completa >>
(con contenuti extra)
 

di Ugo Finetti
Editore: Giornalisti editori
2005
Prezzo: 8,00 €

L'attenzione dopo l'omicidio di Walter Tobagi da parte socialista si concentrò sul volantino di rivendicazione che era l'unico indizio iniziale: un testo molto lungo che sembrava redatto da persone di un certo livello culturale e che vivevano all'interno del mondo giornalistico, soprattutto del suo sindacalismo.
Già ai primi di giugno del 1980, dopo il recapito del volantino di rivendicazione Craxi e la segreteria del P.S.I. milanese si incontrarono con il generale Dalla Chiesa in via Moscova.
Craxi e Dalla Chiesa avevano come preoccupazione principale di non fare passi falsi che avrebbero avvantaggiato e mimetizzato i responsabili dell'assassinio, erano attenti a distinguere tra polemica politica e fiancheggiatori, tra responsabilità "morale" e complicità operativa nell'agguato e poi nella...

Leggi la scheda completa >>
 

di Simona Bellamio
Editore: Giornalisti editori
1998
Prezzo: 15,00 €

Era il 1978: avevo sei anni.
Una sera la Tv dava la notizia del rapimento di Aldo Moro. La mia immaginazione era colpita dalla parola “rapimento”. Tentavo di capire il vero significato ma provavo solo tristezza. Lo stesso dolore l'ho sentito da grande leggendo le lettere di Moro prigioniero; ho ritrovato, sopita nella memoria, l'immagine di quell'uomo.
Così nasce questo libro che raccoglie le lettere dalla prigionia. L'unica avvertenza da fare è di non leggere il libro se si cerca qualche certezza riguardo i fatti di via Fani. Vorrei riuscire a trasmettere al lettore il desiderio di sapere di fronte a questi dubbi, di non arrendersi nella ricerca della verità, per questo e altri fatti sociali e politici che vengono manipolati dai diversi poteri.
Oltre alle lettere scritte da Aldo Moro dopo il rapimento il l...

Leggi la scheda completa >>
 
Socialismo, medicina sociale e previdenza obbligatoria

di Maurizio degl'innocenti
Editore: Piero Lacaita
2003
Prezzo: 8,00 €

Attraverso il profilo emblematico di Gaetano Pieraccini (1864-1957), medico del lavoro, amministratore e politico, di fede socialista riformista,il saggio ricostruisce in modo problematico l'intreccio tra cultura positiva, medicina politica, classi dirigenti liberali e socialismo alle origini dello Stato sociale in Italia nel presupposto della previdenza obbligatoria.
La letteratura è stata sollecita a rilevare il salto di qualità operato dalla sanità pubblica nell'Italia liberale, fino a sovrapporlo agli sviluppi della cultura medica intesi addirittura come “rivoluzionari” o almeno profondamente “riformatori”. Ha commentato ad esempio Guido Panseri (medico, intellettuale scientifico dell'Ottocento) che “legando l'arte medica allo Stato, i medici la liberano dalla dimensione semplicemente “negativa”che l'ha...

Leggi la scheda completa >>
(con contenuti extra)