Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
Home Page  >>  Rivista >> 2014 >> Numero 6
 
 


2014,
Numero 6

Gustavo Piga, Latini uniti Germania fermata

Un' Allenaza del sud Europa
di Critica Sociale

Il Professor Gustavo Piga, ordinario in Economia Politica all'Università Tor Vergata di Roma, rileva come i tentennamenti assurdi della classe politica italiana (“lo stato di rimozione” denunciato da Mario Draghi) siano nefasti perché impediscono all'Italia di partecipare e in realtà di far avanzare quell'alleanza dell'euro del Sud - comprendendo in essa la Francia -  che sola può contrapporsi costruttivamente a un altro stato di rimozione, quello dell'area dell'euro Nord, che scambia per anti-europeo il forte messaggio anti-austerità derivante dal voto del 90% degli elettori italiani; questo voto è in realtà la più solida ciambella di salvataggio che sia mai stata offerta ai tedeschi per farli uscire dalla micidiale situazione di impasse in cui si trovano(mentre coltivano la loro egemonia ed espansionismo diplomatico e commerciale, ndr). E permettergli di non vedere per sempre compromesse la loro performance di export e la loro presenza al tavolo delle decisioni mondiali nel momento in cui l'area dell'euro si dovesse spezzare. Già nell'immediato dopoguerra si parlava di creazione di un'unione dei paesi mediterranei accomunati da cultura e interes...