Email:
Password:
Non sei ancora iscritto? clicca qui
Iscriviti alla Newsletter:
ABBONAMENTI e RINNOVI  Critica TV Cerca nel sito:
Links   Chi Siamo  
Critica Sociale (anno 2014)
Storia e documenti di trent'anni (1980-2013)
Le pubblicazioni e i dibattiti
Le radici della democrazia e la Critica di Turati



AMBIENTE (45)
CRITICA SOCIALE (52)
CULTURA POLITICA (372)
DEMOCRAZIA (395)
DIRITTI UMANI (116)
ECONOMIA (254)
ENERGIA (74)
GEOPOLITICA (402)
POLITICHE SOCIALI (77)
SICUREZZA (291)
STORIA (98)
TERRORISMO (62)


Afghanistan (66)
Ahmadinejad (56)
Al-qaeda (29)
America (56)
Berlusconi (56)
Blair (61)
Brown (83)
Bush (131)
Cameron (31)
Casa Bianca (20)
Cina (141)
Clinton (71)
Comunismo (18)
Craxi (34)
Cremlino (33)
Crisi (88)
Egitto (19)
Elezioni (26)
Euro (24)
Europa (242)
Fed (16)
Francia (58)
Frattini (16)
G8 (17)
Gas (19)
Gaza (30)
Gazprom (24)
Georgia (40)
Germania (36)
Gran Bretagna (47)
Guerra Fredda (23)
Hamas (56)
Hezbollah (38)
India (42)
Iran (166)
Iraq (52)
Israele (148)
Italia (110)
Labour (58)
Libano (37)
Libia (21)
Mccain (84)
Medio Oriente (82)
Mediterraneo (19)
Medvedev (49)
Merkel (35)
Miliband (24)
Mosca (31)
Napolitano (16)
Nato (61)
Netanyahu (26)
Nucleare (53)
Obama (240)
Occidente (60)
Olmert (18)
Onu (43)
Pace (20)
Pakistan (34)
Palestina (23)
Palestinesi (31)
Pci (22)
Pd (26)
Pdl (16)
Pechino (27)
Petrolio (35)
Psi (19)
Putin (109)
Recessione (32)
Repubblicano (16)
Rubriche (53)
Russia (179)
Sarkozy (130)
Sinistra (24)
Siria (49)
Socialismo (40)
Stati Uniti (189)
Stato (23)
Teheran (20)
Tory (22)
Tremonti (30)
Turati (24)
Turchia (30)
Ucraina (25)
Ue (81)
Unione Europea (37)
Usa (228)
Welfare (16)

   
 
 


Documenti per L'Europa
Il manifesto di Ventotene L'internazionale socialista
di a cura di Roberto Biscardini
Editore: Mb publishing
Prezzo: 10,00 €

Il Manifesto di Ventotene, la Dichiara/ione di Francoforte e il Progetto socialista sono i tré documenti che Roberto Biscardini ha voluto ripubblicare per ricordarci che I ideale europeo ha radici antiche e ideali ancora da realizzare. L'utopia federalista nasce nelle carceri dei confinati antifascisti che identificano come unica via possibile a impedire il ritorno dei totalitarismi. I socialisti europei, con la carta del 1951, sanciscono solenne­mente i tratti europei e internazionali del socialismo democra­tico seguendo il solco del riformismo italiano, lungimirante anche rispetto alla visione europeista e federale. Il Progetto Socialista, seppure un po' datato, stabilisce i punti di program­ma per realizzare una riforma nazionale in chiave europea.

Mettere in patrica le aspirazione e i sogni dei padri dell'Europa è un ‘impegno arduo che si realizza solo ritornando su i loro scritti, per capire la forza delle loro intuizioni  e continuare al di là della moneta unica, il cammino verso l'unità politica nella direzione giusta: verso una piena integrazione dei popoli della difesa del pluralismo politico e nella valorizzazione delle diversità culturali